Rieducazione Posturale Globale – Metodi e le tecniche della fisioterapia manuale

La Rieducazione Posturale Globale è una tecnica di terapia manuale sviluppata da P. E. Souchard, fisioterapista francese, che mira a riequilibrare e riorganizzare l’apparato muscolo-scheletrico in presenza di alterazioni posturali.

La filosofia della tecnica parte da considerazioni generali su aspetti che condizionano la postura: alcune funzioni basilari hanno la supremazia sulle altre e ci consentono di vivere in condizione di omeostasi cioè secondo un principio di economia e comfort. Fra queste abbiamo:

  • la respirazione che si manifesta attraverso i muscoli inspiratori, di cui il più importante è il diaframma;
  • l’alimentazione, che dal punto di vista funzionale esalta i muscoli che portano il cibo alla bocca, e che poi corrispondono anche quelli antigravitari;
  • la funzione statica, che si evidenzia nel bambino con l’attitudine estensoria che forma prima la lordosi cervicale e poi le altre curve della colonna vertebrale e la volta plantare. In base alla direzione della forza di gravità si sviluppa così la muscolatura statica antigravitaria.

I muscoli della statica e delle funzioni principali sono in attività anche nei periodi considerati di riposo proprio per garantire la stabilità attraverso un complesso sistema di autoregolazione posturale. I muscoli della dinamica sono invece quelli che permettono i movimenti volontari e gli spostamenti.

La conseguenza principale di questo sistema è che i muscoli statici, essendo sempre attivi, tendono alla rigidità e all’accorciamento. Tale modificazione può propagarsi ai vari segmenti ossei finché si fissa in una patologia.
Souchard ha individuato le catene muscolari responsabili della funzione e gestione di queste attività fondamentali e le posture più adatte per metterle in tensione, stirarle e riequilibrarle.

Questo lavoro viene svolto attraverso correzioni e mobilizzazioni manuali che riposizionano i vari segmenti ossei in maniera corretta. Con un approccio globale vengono così eliminate a ritroso tutte le compensazioni che il nostro organismo ha messo in atto per evitare il dolore. E il fisioterapista può accorgersi dei compensi e di correggerli tempestivamente attraverso la messa in tensione globale delle catene muscolari durante la postura. La scelta della postura viene effettuata dal fisioterapista in base a una sua valutazione morfologica e funzionale.

Le patologie che meglio si giovano di questa tecnica di terapia manuale sono le algie del rachide (lombalgia, sciatalgia, cervicalgia, sacroileite), la scoliosi, la pubalgia, la spalla cronica e in generale i dolori cronici.

Per ulteriori informazioni consultare il sito.

Rieducazione Posturale Globale – Metodi e le tecniche della fisioterapia manuale ultima modidfica: 2010-10-17T17:11:54+00:00 da Fisiokinetic