Preparazione atletica per lo sci e la settimana bianca

Esercizi di preparazione atletica per lo sci

È ottobre il momento migliore per iniziare la preparazione atletica per lo sci. Solo in questo modo si avrà la preparazione giusta per godersi le piste dal primo all’ultimo giorno.

Per farlo però non sono sufficienti la partita di calcetto del giovedì o la corsa della domenica: lo sci è un insieme di destrezza, forza e resistenza in un contesto di velocità e instabilità create da neve e pendenza.

Il lavoro di avvicinamento alla settimana bianca deve seguire una programmazione specifica che prepari l’organismo, le gambe in particolare, a essere reattive e controllabili per tutta la giornata e per tutti i giorni di vacanza.

La prima fase riguarda i test fisici (come il test isocinetico e la pedana di bosco) e propriocettivi che danno indicazioni sullo stato di forma.
Sulla base dei risultati e sulle caratteristiche fisiche individuali e il livello tecnico, viene proposto un tipo di allenamento che andrà a migliorare la forza generale (in particolare quella eccentrica) in combinazione con la forza esplosiva, la rapidità, l’instabilità e la resistenza lattacida.

Quali benefici si ottengono con questo tipo di preparazione fisica?
1) Benefici di prestazione.
Il principiante migliorerà la sua tecnica più facilmente e lo sciatore esperto non soffrirà sicuramente della stanchezza di fine giornata.
2) Riduzione degli infortuni traumatici
Grazie alla preparazione atletica, le articolazioni (specialmente quelle del ginocchio) saranno già “pronte” a rispondere a tutti gli stimoli.
La causa più frequente di questi infortuni, che non riguardano solo i principianti, anzi, statisticamente più lo sciatore esperto, sono la stanchezza e le gambe poco preparate all’imprevedibilità della neve.

Preparazione atletica per lo sci e la settimana bianca ultima modidfica: 2013-10-09T13:05:50+00:00 da Fisiokinetic